Aderisci al Programma VIVA

Per partecipare al Programma VIVA “La Sostenibilità nella Vitivinicoltura in Italia” l’azienda vitivinicola interessata dovrà richiedere al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica la firma di un Accordo Volontario che sancisce l’adesione al programma stesso.

Il contenuto del fac-simle va debitamente compilato su carta intestata dell’azienda, firmato e allegato al form a destra.

Per ulteriori informazioni scrivere agli indirizzi grillo.stefania@mite.gov.it, valentino.fiamma@mite.gov.it

viva-aderisci-01

PER LE AZIENDE

PROCESSO

DI ADESIONE, APPLICAZIONE, VERIFICA E RILASCIO ETICHETTA VIVA

In seguito alla stipula dell’Accordo Volontario, il Ministero creerà gli account aziendali per procedere all’utilizzo dei software di calcolo messi a disposizione dal Programma per l’analisi degli indicatori VIVA e fornirà assistenza, monitorando e coordinando le attività delle aziende sia per quanto riguarda le analisi degli indicatori sia per la scelta di soluzioni per il miglioramento delle proprie prestazioni di sostenibilità.

L’azienda dovrà eseguire le analisi sui quattro indicatori in modo autonomo, in conformità con quanto contenuto nei Disciplinari Tecnici. Dovrà inoltre far verificare i risultati ottenuti da un ente terzo indipendente, così come indicato nel Disciplinare di Verifica. Nel caso l’azienda decida di avvalersi di consulenti per l’analisi di uno o più indicatori, si consiglia di rivolgersi a coloro che hanno conseguito l’attestato di frequenza al corso di formazione per Operatori di sostenibilità in vitivinicoltura. Si sottolinea che in nessun modo il Ministero è responsabile della scelta dei consulenti né del loro operato.

Una volta conclusa l’analisi dei quattro indicatori VIVA, il Ministero della Transizione Ecologica riceverà dall’azienda interessata la documentazione tecnica richiesta dal Disciplinare e copia del certificato di verifica e rilascerà, a seguito dell’esito positivo della procedura di avallo, l’etichetta VIVA.